InconPRIIAMoci: incontro presso Kiteblue

11 aprile 2016

Un altro evento firmato Priiam, il gruppo di imprenditori veneti che ha trovato nel confronto tra altre aziende, il modo di crescere insieme.

L’ultimo incontro del gruppo Priiam si è svolto il 31 marzo 2016 e, come sempre, è stato organizzato da una delle aziende aderenti all’iniziativa: in questo caso se ne sono occupate kiteblue e BP Sistema. Il tema scelto ha voluto toccare un ambito molto attuale, oggi, in tutte le aziende: la sicurezza informatica.

Incontro Priiam Kiteblue

Tutte le realtà aziendali infatti lavorano ormai attraverso e-mail, siti internet, e-commerce e, in generale, con diverse forme di comunicazione on-line che possono essere vittime di attacchi da parte di malintenzionati.

Quindi il quesito è stato: come fare a sapere se si è davvero al riparo da attacchi informatici, furti di dati, e virus dannosi per il computer?
Per rispondere alla domanda, BP Sistema e Kiteblue, che da anni lavorano nel settore informatico, hanno messo a disposizione le loro competenze e le loro esperienze sul campo per fare luce su aspetti ancora un po’ oscuri della sicurezza aziendale.

Sono stati dunque elencati i più diffusi software dannosi e il modo in cui si presentano: i CryptoLocker che prendono a tutti gli effetti in ostaggio i dati dell’azienda, per poi chiedere un riscatto; i programmi che prendono totalmente il controllo del nostro server, pilotato da un hacker; i virus che una volta nel sistema si connettono ad internet e scaricano altri software dannosi.

E dopo tutte queste brutte notizie, si è parlato della cosa più importante: come evitarli.

È stato trattato soprattutto il ruolo centrale di Firewall e di Antivirus e di come non debbano essere semplicemente installati e dimenticati ma gestiti, controllati e aggiornati.

incontro-priiam-kite01

In generale, infatti, si è notato come la maggior parte delle aziende avevano un sistema di protezione ma senza essere consce né del loro stato né delle reali minacce presenti.

È stata quindi un’occasione per capire che non bastano gli investimenti per essere protetti ma serve consapevolezza nell’utilizzo dei sistemi informatici, dall’apertura delle mail all’installazione di software.

Fermo restando che nessuno può garantire la sicurezza di un sistema al 100% (persino i colossi della tecnologia non riescono ad evitare alcuni di questi attacchi), è stato dunque spiegato quale importante compito svolgano questi software nel ruolo di prevenzione degli attacchi di qualsiasi tipo, qualora fossero configurati in modo corretto.

Non sono mancate le domande e i commenti di tutti i partecipanti e, si può dire, anche qualche momento di ilarità, ma è stato davvero riscontrato che la sicurezza informatica è un vero ‘tema caldo’, qualcosa da cui tutti i presenti hanno potuto ricavare un’occasione di crescita e formazione personale.

Tags: Eventi, Magazine, Press, Rassegna stampa
 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>